Il decluttering, perché è importante per la nostra salute mentale

Letteralmente significa “rimuovere oggetti non necessari”, sgombrare, riordinare per guadagnare nuovo spazio. Spazio esteriore nelle nostre case (o uffici!) ma, soprattutto, nuovo spazio interiore.

Ho sempre accumulato nella mia vita. Conservavo cose inutili, vestiti vecchi che mi stavano stretti con la speranza che un domani mi andassero, cartellini carini, scatole vuote che pensavo mi servissero un giorno senza mai capire il perché.

Oggi ho capito che la mia era una forma di accumulo interiore che usavo per colmare un vuoto sconosciuto, lo stesso vuoto che riempivo con il cibo. Un vuoto creato da sentimenti sbagliati, dolore incondizionato o addirittura sofferenza repressa. Poi ho detto basta, ho deciso di vivere la mia vita a pieno ascoltando la mia me interiore. Ascoltando il mostro che soffocava il mio essere e solo in quel momento ho deciso di liberarmi di ciò di cui non avevo bisogno.

Pian piano ho svuotato armadi, comodini, cassetti, dispense e tanto altro. Più lasciavo andare e più i miei chili andavano via, più mi liberavo dal più della mia vita è più mi sentivo leggera. Com’è forte la nostra mente, inconsapevolmente agisce su di noi, inconsapevolmente può cambiarci la vita, inconsapevolmente può chiuderci o liberarci da un circolo vizioso.

Lascia andare ciò che non ti serve e vedrai che ti sentirai più leggera. Sì, leggera. Leggera nella mente, nello spirito e nel corpo ma soprattutto vivrai libera, libera da ciò che ti chiude in una gabbia specchi.

Rompi i tuoi specchi e guarda oltre.
Seguimi su Maria Carillo 💕 (@ildiariodiliza) • Foto e video di Instagram e vedrai come ho fatto a rinascere.

Maria Carillo

Sono Maria Carillo, ho 36 anni e sono mamma di tre bellissime bambine; laureata in economia aziendale e psicologia economica. Ho un profilo Instagram creato per star vicino a tutte le donne che non si sentono al posto giusto nel momento giusto.

Lascia un commento