La gioventù e quella famosa voglia di diventare grandi

Ci sono tanti discorsi da fare sulla gioventù, ma uno in particolare voglio condividerlo con voi.

Quella famosa voglia di diventar grandi. Già, quella voglia incredibile di crescere e di raggiungere la maggiore età per sentirsi finalmente in grado di decidere per sé. Tutto ciò ha anche riscontri differenti ed è di questo che voglio parlarvi.

Come per esempio i famosi tanto attesi 18 anni. Una volta compiuti ci sentiamo finalmente grandi, ma allo stesso tempo ci sentiamo giovani, appagati, liberi e con il potere nelle nostre mani. Anche se alle volte è così finché non si va via di casa, ma diciamo che si ha il potere di potersi quantomeno progettati un futuro, così tanto atteso.

Ora il discorso è perché aspettare con così tanta ansia di crescere per poi non voler altro che tornare indietro? O quantomeno fermare il tempo e “restare per sempre giovani” ? Dopo i 18 anni, ogni anno che passa non viene atteso come quest’ultimo, ma arriva un altro pensiero, ovvero “sto crescendo così in fretta, vorrei che il tempo si fermasse”. Inutile negarlo, più si cresce e più questo pensiero vi verrà in mente.

Tutto questo per dire semplicemente che da piccoli non vorremmo altro che crescere, poi arrivati ad una certa età vorremmo fermare tutto. Man mano crescendo non vorremmo solo fermare il tempo, ma addirittura vorremmo tornare indietro ad essere giovani, spensierati e con l’unico problema di un “ginocchio sbucciato” dove il mondo pesava meno.

Quante volte desideriamo tornare indietro, ma sappiamo bene che non si può. Ma una cosa possiamo farla ovvero goderci qualsiasi anno della nostra vita.

Godetevi a pieno la vostra gioventù ma godetevi a pieno qualsiasi età. Pensate a voi, a realizzarvi e alle persone care. Pensate a ciò che ritenete abbia un valore importante nella vostra vita. Lasciate perdere tutto il resto.

Le chiacchiere stanno a zero, contano solo i fatti.