Come realizzare una bio Instagram che colpisce

Cosa guardano prima di tutto gli utenti che vengono a visitare le nostre pagine Social? Ovviamente, come prima cosa, guarderanno la nostra foto e la descrizione del nostro profilo, ovvero chi siamo, cosa facciamo, cosa possiamo offrire e come possiamo aiutare i nostri potenziali followers?

La biografia del nostro account, detta BIO, è una delle parti fondamentali di una buona strategia di crescita su Instagram. È un prezioso piccolo spazio digitale che accoglie gli utenti sul nostro profilo, e dove, una volta entrati, cade il loro primo sguardo. È il nostro biglietto da visita, la presentazione del nostro business.

Qui ci sono le informazioni chiave sulla nostra attività che possono fungere da curriculum vitae. Infine c’è il 90% dei motivi per cui un potenziale follower dovrebbe seguirci. Ecco perché dobbiamo prestare una particolare attenzione a questa parte del nostro profilo.

Il primo scopo di una BIO ben riuscita è quello di convertire un semplice Utente in Follower. Allora come possiamo ottimizzarla e riassumere l’essenza di ciò che siamo e ciò che facciamo avendo a disposizione solamente 150 caratteri e un solo link?

Sotto ho preparato per voi alcune linee guida da prendere in considerazione:

  1. Scrivere una Biografia. Non da sottovalutare il fatto è che abbiamo pochissimo spazio a disposizione, come avevo accennato sopra, per cui dobbiamo sfruttarlo bene.  Non utilizzate assolutamente le frasi banali tipo “amo gatti, cani “ecc.  Puntate sulle frasi “chiave”, brevi, chiare e facili da memorizzare per non annoiare gli utenti di passaggio.  Fate sapere chi siete e come potete interessare o aiutare.  Scrivete, quali problemi potete risolvere ai vostri follower.⁠  Cercate di mettere le informazioni uniche, le quali un utente può trovare solo nel vostro account.   La bravura consiste sempre nel riuscire a mettere tutte le informazioni principali nelle poche righe disponibili.

  2. La foto del Profilo. La primissima cosa dove buttiamo lo sguardo aprendo un account qualsiasi è sicuramente la foto del profilo, la quale fa parte anche questa della nostra BIO. Non utilizzate delle foto scure, sfuocate e con i panni stesi in secondo piano. Curate bene la location oltre alla vostra immagine. Inutile dire che dovete attirare l’attenzione. Il viso deve vedersi bene. La variante ottimale è se il vostro viso occupa circa il 65% della foto. Questo è uno dei segreti dei profili di maggior successo.

  3. Il font. Incuriosite gli utenti utilizzando dei font particolari scaricando delle applicazioni apposite, come ad es. l’app. gratuita Fonts keyboard o altre. Ci sono molteplici applicazioni stupende a pagamento a vostra disposizione utili per questo scopo. Attenzione con l’utilizzo degli emoji: valgono ma occupano spazio, per cui non mettetene tanti (anche per non far sembrare la vostra BIO un libro dei fumetti). Vale a dire lo stesso anche per quanto riguarda i font, devono essere sobri e coerenti con il vostro stile e attività.

  4. Hashtag # e tag @. Se avete un hashtag ufficiale che raccoglie i vostri post e argomenti, scrivetelo in BIO, aiutando gli utenti a trovare più facilmente i vostri contenuti. Utilizzate i tag cliccabili i quali rimandano i vostri potenziali followers alle pagine dei vostri partner o delle aziende con le quali collaborate. In questo modo l’utente che visita il vostro profilo potrà avere subito un’idea sulla vostra attività.

  5. Aggiungete i pulsanti Call to action (sono i pulsanti che chiamano l’utente ad eseguire una determinata azione) tramite l’opzione Modifica del profilo e poi Opzioni di contatto. Si tratta di aggiungere i canali, tramite i quali l’utente vi può raggiungere.

Ecco le opzioni di contatto e/o i tasti da aggiungere nella vostra BIO:

  • L’indirizzo email, che apre l’applicazione email;
  • Il numero di cellulare (potete collegare anche il numero whatsapp business tramite una semplice verifica con il codice);
  • L’indirizzo, il quale consente agli utenti di far apparire la vostra azienda sulla mappa, in modo che vi possano trovare facilmente.
  • Altri servizi, come ad esempio, prenotare un appuntamento o cena, acquistare un biglietto ecc. utilizzando anche le piattaforme disponibili a questo scopo. Per es. booking.getfy.it o altre.

6. Aggiungete alla vostra BIO un link che porta al vostro sito, shop o ad un blog. Utilizzate sempre una frase call to action, per esempio: clicca su questo linkvai sul mio shop, entra nel mio sito. Come ormai sappiamo, abbiamo a disposizione solamente un link, ma tanti di noi ne avrebbero bisogno di più di uno. Per inserire sulla vostra bio più link, ci sono delle apposite piattaforme che vi vengono in aiuto.

Linktr è una di queste piattaforme, ed è uno strumento digitale che ci aiuta a riunire tutti i link desiderati all’interno di uno solo. Basterebbe andare sul sito linktr.ee e creare un account personale inserendo all’interno di questo tutti i link dei vari siti e piattaforme di cui abbiamo bisogno, scegliendo un tema personalizzato e una foto. È veramente molto facile ed intuitivo. Poi basta solo copiare il link principale linktr.ee ed incollarlo nell’apposito spazio per i link della vostra BIO.

Cliccandoci sopra si apre una schermata con dei tasti che vi portano ai link esterni inseriti precedentemente.

Novità! Ultimamente Instagram dà la possibilità di mettere sulla vostra BIO un altro link, oltre a quello principale. Sarebbe un link che porta al vostro profilo Facebook. Per inserirlo nella vostra BIO basta cliccare su Modifica profilo e andare sui link, poi scegliere aggiungi il link a Facebook. In questo modo avrete 2 link separati sulla vostra BIO.

7. Le Storie sono una parte essenziale del marketing su Instagram. I contenuti in evidenza highlights (i famosi “cerchietti” sotto la BIO) danno una vita più duratura alle storie, per non parlare della parte estetica del vostro profilo. Grazie a questa opzione possiamo salvare le storie più importanti. Queste potranno durare di più di solite 24 ore e resteranno nel vostro profilo il tempo necessario fino a che non deciderete di eliminarle. Create, inoltre, delle belle copertine coordinate, con la stessa grafica per le vostre storie in evidenza. In questo modo il profilo avrà un aspetto professionale ed attraente. 

Ovviamente, creare una BIO che colpisce è solo uno dei piccoli passi per avere un profilo curato e professionale. Ma non basta per fidelizzare i vostri followers e mantenere vivo il loro interesse.

L’essenziale è essere ben presenti e attivi, conoscere bene il vostro pubblico e stabilire con questo un certo legame per costruire poi un buon posizionamento sulla piattaforma ed avere ancora più seguito.

Tati84

Mi chiamo Tatiana Zubatenko, 37 anni, vivo in Italia (Vicenza) da 12 anni e vengo da Kyiv. Ho studiato lingue, parlo italiano, spagnolo, inglese, ucraino e russo. Tradurre è stato da sempre il mio lavoro da sogno, per cui per tanti anni ho lavorato in ufficio commerciale estero. Lavorare con dei clienti esteri, parlare lingue diverse, visitare le fiere nei vari paesi, comunicare, conoscere era ciò che mi realizzava e mi affascinava. Dopo alcuni cambiamenti nella mia vita mi sono dedicata ad un’altra attività, attualmente studio e lavoro come social media manager e faccio la Blogger. Le rete sociale vuol dire comunicazione, la possibilità di essere "collegati con tutto il mondo”, socializzare con la gente dei paesi e culture diverse e in diverse lingue. Inizialmente per me questo è stato possibile grazie a Facebook dove mi sono registrata per la prima volta nel 2009. Ora ho la voglia e, soprattutto, il tempo necessario di approfondire le conoscenze dei social e dominarli a livello professionale. Ho la fortuna di poter lavorare in questo settore. Sono felice che la mia passione si è trasformata in un lavoro. Le mie aspirazioni per il futuro sono molti, sia quelli professionali che quelli personali e con tanto impegno e costanza spero si realizzino. Una di queste si avverata, sto scrivendo per un’ottimo Blog, dove posso parlare di ciò che mi appassiona e ciò che ho imparato, condividendo le informazioni utili. Anche perché credo che scrivere sia uno dei miei talenti. Ho deciso di scrivere per The Digital Moon perché è perfettamente in linea con la mia personalità e con quello che sto facendo. Collaboriamo quasi da un’anno e mi sono trovata molto bene con loro in quanto lo staff è cordiale, ti è vicino per qualsiasi questione e spesso ti incoraggia.